Consulenza medica Vico  

Gestire la secchezza vaginale: un’intervista a un esperto

Intervista con il dott. Joe Costerich MBBS, medico generico e membro dell’Editorial Advisory Board del Virtual Health Center e Parenthub

Cos’è la secchezza vaginale?

Dr Joe
Dr. Joe

In qualche modo, il nome parla da solo per te La secchezza vaginale è la secchezza vaginale dovuta alla ridotta produzione di muco. È comune e, sebbene possa verificarsi a qualsiasi età, è più comune nella fascia di età postmenopausale.

Come gli occhi o la bocca, la vagina è mantenuta “umida” dalle secrezioni delle ghiandole. Se la produzione diminuisce, l’area diventa secca.

Quando accade?

La secchezza vaginale si verifica quando si verifica una riduzione della produzione di muco dalle ghiandole vaginali. Il rivestimento vaginale è influenzato dagli ormoni in generale e dagli estrogeni in particolare, quindi quando i livelli di estrogeni diminuiscono dopo la menopausa, la secchezza è più comune. Tuttavia, può anche accadere (anche se meno frequentemente) dopo il parto o l’allattamento.

La rimozione chirurgica delle ovaie può portare a secchezza, come il fumo e alcuni trattamenti contro il cancro. Anche l’ansia o lo stress possono causare secchezza vaginale.

Anche alcuni medicinali, come gli antistaminici o le pillole per il raffreddore e l’influenza, hanno un effetto disidratante. Un effetto simile può essere osservato con alcuni saponi e prodotti per l’igiene, in particolare profumi forti, poiché possono irritare le ghiandole mucose. E a volte dopo cicli di antibiotici, la normale flora della vagina cambia con l’eliminazione dei batteri “buoni”, che possono anche contribuire alla secchezza.

Quali problemi causa la secchezza vaginale?

I sintomi principali sono bruciore o indolenzimento all’interno e intorno alla vagina e dolore o fastidio durante il rapporto. Alcune donne possono provare fastidio o sensazione di bruciore durante la minzione o sentire il bisogno di urinare più spesso.

Tuttavia, il problema più grande sotto alcuni aspetti è secondario, poiché il disagio del rapporto può portare a una perdita di piacere nel sesso. A sua volta, per alcune donne, questo può influire sul benessere generale. Può anche causare difficoltà nelle relazioni se si evita la comunicazione.

È importante notare che i partner tendono a capire e sono disposti ad aiutare se sanno qual è il problema. Quindi una comunicazione aperta in una relazione è vitale. La secchezza vaginale non è assolutamente da biasimare! Questo è un punto di svolta.

Perché è importante non solo evitare l’intimità sessuale?

Poiché la secchezza vaginale è relativamente facile da gestire e superare, è importante fare di più che evitare semplicemente i rapporti sessuali. Questo non è necessario ed è l’accettazione di ciò che può essere modificato.

L’intimità sessuale è una parte piacevole della vita, la cui perdita può ridurre il godimento generale della vita. Inoltre, per alcune donne, potrebbero sentirsi meno femminili. Non è necessario seguire questo percorso poiché è facile da risolvere. Il tuo partner potrebbe essere parte della soluzione, non parte del problema.

L’uso di lubrificanti (a volte chiamati semplicemente lubrificanti) è importante perché ti dà più tempo per eccitarti.

Cosa si può fare al riguardo?

La buona notizia è che il trattamento è generalmente semplice ed efficace. Il primo passo è eliminare tutti i fattori che potrebbero contribuire. Ad esempio, passa a saponi e prodotti profumati gratuiti e, se fumi, smetti di fumare.

Se l’uso di farmaci ha causato secchezza, vedi se puoi smettere di usarli. In caso di pillole per raffreddore e influenza, è facile e non hai nemmeno bisogno di vedere un medico per fermarle.

Se lo stress è un fattore, la gestione dello stress sarà d’aiuto.

Molte creme idratanti o lubrificanti da banco possono essere molto utili. Lubrificante occasionale. Calma il movimento sulla superficie, ma non modifica la consistenza del tessuto vaginale. Non ha alcun effetto “duraturo”, quindi può essere utilizzato solo prima del rapporto o in altri momenti in cui l’attrito può causare dolore. Tuttavia, la crema idratante è progettata per essere assorbita nella vagina per rendere il tessuto stesso meno secco. Con un uso regolare modifica la consistenza del tessuto vaginale, quindi va applicato quotidianamente (come con una crema idratante per la pelle). Di solito è meglio applicare dopo la doccia o prima di andare a letto.

Nella fascia di età postmenopausale, possono essere utili creme o pessari a base di estrogeni. Sono prescritti da un medico ed è importante che tu parli con il tuo medico se è giusto per te.

Leave A Comment